Miopia

Presso il nostro Centro è possibile sottoporsi ad intervento laser per la cura della miopia. In caso di non idoneità esistono altre soluzioni.

  • La miopia è la cosiddetta “vista corta”, cioè non riuscire a distinguere le immagini distanti ed essere costretti a strizzare gli occhi, allungando il collo e avvicinarsi a ciò che si vuole vedere.

[divider style=”simple”]

anue00jw

La miopia piu’ comune è quella della crescita, dovuta ad un allungamento progressivo del bulbo oculare. Essa è detta anche “miopia scolare” e in genere si arresta attorno ai 18-20 anni. In rari casi, ci possono essere dei piccoli assestamenti del valore miopico tra i 20-25 anni. La miopia puo’ talvolta iniziare a questa età ed è definita “miopia universitaria”. Quest’ultima non raggiunge mai valori rilevanti.

In rari casi la miopia può progredire tutta la vita (“miopia evolutiva o patologica”) arrivando a creare una eccessiva disarmonia tra la curvatura della cornea e la lunghezza del bulbo oculare, e fenomeni patologici della retina (maculopatia, sindrome di Fuchs, emorragie, etc…). La miopia può essere anche transitoria (dovuta ad alcuni farmaci, a squilibri ormonali o al diabete) o dovuta a condizioni particolari (es. l’indice di refrazione del cristallino che viene modificato in presenza d una cataratta nucleare).

 

Terapia della Miopia e Correzione chirurgica

[divider style=”simple”]

Le terapie mediche fino ad oggi usate, estratti di mirtillo e carotene, non hanno mostrato effettivi risultati, così come l’ortocheratologia, il metodo Beats e l’accomotrak. Soluzioni concrete sono la correzione con occhiali o con lenti a contatto. Qualora queste non siano sopportate, per motivi di secchezza oculare, motivi professionali, pratici o psicologici, l’unica soluzione è l’intervento di Chirurgia Rifrattiva.

Presso il nostro centro si possono effettuare diversi tipi di intervento a seconda delle caratteristiche dell’occhio:

  • Tecniche con laser ad eccimeri: PRK – EPILASIK – LASEK
  • Tecniche con laser a femtosecondi + laser ad eccimeri: LASIK – INTRALASIK –
  • Tecniche con femtolaser: anelli intrastromali e sostituzione del cristallino
  • Tecniche manuali: introduzione di lenti fachiche conservando il cristallino.

Il laser per la correzione della miopia è ormai una metodologia di intervento chirurgico largamente impiegata in tutto il mondo. Presso il Centro Oculistico DOMA dei Dottori Massimo e Luca Gualdi, è possibile sottoporsi in forma ambulatoriale ad interventi di chirurgia laser per la cura della miopia, con strumenti di ultima generazione, tecniche all’avangurdia e personale altamente specializzato in materia.

Il laser per miopia va a modificare la conformazione della cornea in modo da compensare il difetto visivo, in base agli accurati esami svolti in visita (pachimetria, aberrometria, topografia, etc)

Caratteristiche e vantaggi del laser
  • dura in tutto pochi minuti
  • non necessita di bisturi o punti di sutura
  • è indlore
  • si utilizza un’anestesia locale
  • convalescenza di pochi giorni
  • precisione millesimale
  • effetto quasi immediato

In caso di miopia elevata e/o di cornea troppo debole o sottile per il laser, ed età compresa tra i 20 e i 50 anni, eccellenti risultati si possono ottenere grazie all’impianto di lenti intaoculari fachiche di ultima generazione. (maggiori info).

Tali lenti permettono di conservare il proprio cristallino, mentre superata tale età, e specialmente se in presenza di iniziali opacità (cataratta), vi verrà consigliato di sottoporvi ad intervento di sostituzione del cristallino stesso (oggi effettuabile con il laser a femtosecondi).

In questo caso varie saranno le possibilità di impianto (monofocali, bifocali, trifocali, multifocali, refrattive, accomodative o toriche, qualora l’ipermetropia sia associata ad astigmatismo) a seconda delle caratteristiche anatomiche dell’occhio, dalle esigenze del paziente e dal suo stile di vita.

In caso di miopia evolutiva o patologica (in genere superiore a 10 diottrie) che ha già danneggiato le strutture retiniche, la chirurgia rifrattiva servirà solo a ridurre la dipendenza dagli occhiali ma non potrà mai curare tali patologie associate. Queste, se necessario, verranno trattate con i presidi del caso (Argon laser, Iniezione intravitreali, PDT, integratori alimentari, etc.)

 

Per ulteriori informazioni leggi: Chirurgia laser refrattiva